E-Cig, sono cancerogene?

4 novembre 2013 17:510 commenti

sigaretta

Umberto Veronesi, oncologo, ha ribadito che la sigaretta elettronica non è cancerogena. Questo così discusso dispositivo privo d nicotina non provoca danni. Il motivo? Non contiene tabacco e non c’è combustione di carta e tabacco. Il discorso di Umberto Veronesi è inerente alle sigarette elettroniche che presentano le massime garanzie tecniche, vendute solo in farmacia e con il marchio CE (di conformità del prodotto alle disposizioni comunitarie europee).


Rimangono, però, numerosi quesiti aperti circa la potenzialità e i rischi della sigaretta “tobacco free”, ovvero la sigaretta elettronica che non ha tabacco. Proprio il contenuto della e-cig, infatti, è l’altro punto cruciale della questione: da tempo gli esperti evidenziano l’importanza di conoscere con esattezza, al fine di poter valutare le conseguenze sulla salute, cosa contengono i vari prodotti e, soprattutto, di effettuare una netta distinzione tra quelli che contengono tabacco e quelli invece senza.

Veronesi ritiene che, nella lotta contro il fumo, questi dispositivi possano rappresentare un valido ausilio per chi vuole uscire dalla dipendenza. Tuttavia, non devono certo essere ritenuti né una panacea per tutti né un passatempo, ma uno strumento che può essere utile nel processo di disassuefazione dal fumo perché agisce essenzialmente sulla gestualità, che è uno degli elementi principali della dipendenza psicologica dal fumo. Uno strumento che si deve comunque inserire in un percorso di disassuefazione che coinvolge prima di tutto il paziente con la sua volontà e poi un medico specialista che lo supporti.

 






Tags:

Lascia una risposta