Ebola – Altri casi sospetti negli Stati Uniti dopo il primo malato

3 ottobre 2014 08:000 commentiDi:

ricerca-cancro

E’ stata solo da poco annunciata dalle autorità sanitarie americane la notizia del ricovero del primo malato ufficiale di ebola presente negli Stati Uniti, che già si parla di altri casi sospetti. I medici avevano in effetti anticipato che il paziente zero, come viene chiamato, era entrato in contatto con altre persone prima di manifestare i sintomi della febbre emorragica. 

Ebola – Primo paziente malato negli Stati Uniti

Il tutto succede a Dallas, in Texas, dove è al momento ricoverato in isolamento l’uomo malato di ebola, mentre in città già si diffonde un certo panico per la paura del contagio. Gli studenti americani, infatti, questa mattina hanno disertato le scuole. Ma tornando ai possibili contagiati da parte del paziente zero, è possibile che il loro numero salga rapidamente. La stampa internazionale ha infatti diffuso notizie inquietanti.


Ebola – Allarme OMS per nuova emergenza in Liberia

Il paziente zero era tornato da poco dalla Liberia, dove aveva contratto il virus, attorno al 20 di settembre, ma è stato ricoverato d’urgenza solo il 28 dopo una prima visita all’ospedale, avvenuta il 24 settembre e non andata a buon fine. Sembra infatti che i medici non abbiano riconosciuto la malattia e lo abbiano rimandato indietro. Il paziente zero ha così avuto altro tempo per diffondere il virus, in particolare tra i suoi familiari e parenti, tra i quali ci sarebbe ora il secondo caso maggiormente sospetto. Potrebbe essere il secondo malato di ebola ufficialmente diagnosticato.

Si parla poi di cinque ragazzi in età scolare che hanno avuti contatti con il paziente zero, i quali sono ora tenuti sotto osservazione, anche loro in una sorta di isolamento a domicilio.






Tags:

Lascia una risposta