Ebola, contagio immediato da sangue e trapianti

12 ottobre 2014 14:420 commentiDi:

donare-sangue

Sul virus ebola, arrivato di recente anche in Europa, negli ultimi giorni sono stati spesi fiumi di parole. L’informazione viaggia infatti velocissima da una parte all’altra del mondo, su tutti i canali e i media possibili, diffusa da coloro che spesso attoniti e impotenti subiscono il dilagare dell’epidemia, prima nel mondo vero e poi in quello mediatico. 

Ebola in Italia è arrivata? Le ultime notizie tra verità e bufale

Ma non bisogna pensare che sia soltanto il mondo dell’informazione a fare dell’ebola un caso mediatico. La minaccia che oggi incombe sulle popolazioni del globo è purtroppo reale e deve essere contenuta il prima possibile. Per questo motivo anche il mondo scientifico è costantemente mobilitato per scongiurare il peggio e si adopera per accrescere le proprie conoscenze in materia.


Sintomi ebola, come si manifesta il virus

Una delle ultime novità su ebola riguarda le possibilità di contagio. Fino ad oggi, infatti, questo virus era stato presentato come un virus che poteva colpire soprattutto attraverso lo scambio di fluidi corporei in seguito alla comparsa dei sintomi specifici nel paziente contagiato.

Ma da ultimo è stato proprio il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie – Ecdc – a sottolineare come il contatto con sangue e organi infetti possa essere veicolo immediato per la malattia. Un contagio immediato, da subito, molto prima dei canonici 21 giorni.

L’Ebola è quindi diventato un problema di sanità pubblica e un possibile contagio attraverso trasfusioni e trapianti non è più escluso. Le autorità competenti devono quindi adottare le necessarie misure per il blocco del virus e della diffusione della malattia, perché in questi casi il virus non attende neanche attendere il tempo dell’incubazione.






Tags:

Lascia una risposta