Ebola – L’OMS acquisterà il vaccino italiano prodotto a Pomezia

4 ottobre 2014 12:140 commentiDi:

siringa_juve

L’Italia avrà un ruolo di primo piano nella lotta all’epidemia di ebola che continua a mietere vittime in Africa. Sarà infatti italiano, cioè derivante da brevetto tricolore e prodotto in Italia, presso Pomezia, il vaccino anti ebola che l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha deciso di comprare. Entro il mese di dicembre 2014, quindi, saranno consegnate già le prime dosi di vaccino, circa 10 mila, che verranno prodotte in questi giorni, e una nuova commessa si aspetta per il prossimo anno. 

Ebola – Primo paziente malato negli Stati Uniti


E’ infatti possibile che per il prossimo anno, uno dei più grandi colossi globali della farmaceutica, il gruppo multinazionale GSK, GlaxoSmithKline, possa richiedere una fornitura di circa un milione di dosi. A Pomezia la produzione sarà curata dall’Irbm società che in zona possiede uno science park e che tempo fa si è unita con Okairos, in una joint venture. Okairos è un’altra società italiana che è stata da poco acquistata da GSK perché sviluppatrice del brevetto del vaccino proprio nel corso del 2014.

> Ebola – Altri casi sospetti negli Stati Uniti dopo il primo malato

Non si conosce ancora il valore della prossima fornitura né il nome specifico del prodotto, ma c’è grande attesa e fermento e tutte le operazioni necessarie si svolgeranno molto rapidamente nei prossimi mesi. Attualmente in America è già in corso la sperimentazione su volontari umani dopo che il vaccino è stato provato su delle scimmie sulle quali ha avuto effetto positivo al 100 per cento.

I lavori sul vaccino di ebola presso Okairos sono iniziati circa sette anni fa in Italia da una idea del biologo molecolare Riccardo Cortese, che scelse proprio questo campo per sviluppare una sua idea di ricerca.






Tags:

Lascia una risposta