Ebola – Primo paziente malato negli Stati Uniti

2 ottobre 2014 08:000 commentiDi:

USA BANDIERA

Anche gli Stati Uniti sono interessati da un caso di ebola. Il primo caso rilevato, in realtà, da quando l’epidemia della febbre emorragica è scoppiata nell’Africa occidentale. L’allarme è stato lanciato dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Atlanta, la massima autorità sanitaria negli Usa, il quale ha annunciato il primo caso diagnosticato sul territorio USA.

Ebola – Per Obama l’epidemia è emergenza planetaria

Il caso riguarda un paziente che proprio di recente è stato ricoverato a Dallas e presenta tutti i sintomi della febbre emorragica. E’ ritornato dalla Liberia il 20 settembre scorso e ora si trova al Texas Health Presbyterian Hospital ma le sue generalità ancora non sono note. Si sa però che in Africa ha viaggiato in posti in cui vi erano attivi i focolai del virus. Per questo motivo, adesso, le autorità sanitarie USA stanno cercando tutte le persone con cui il paziente potrebbe essere stato in contatto in questa manciata di giorni.

Ebola – La prima cura sarà dalle trasfusioni di sangue dei pazienti guariti

Non si tratta del primo caso sospetto di ebola in assoluto, ce ne sono stati in precedenza 12 in tutto, ma ora la questione del contagio sembra farsi più serie. Del resto l’epidemia in atto non mette al sicuro altri stati. Le autorità americane hanno subito rassicurato, tuttavia, sul fatto che la situazione è sotto controllo e non c’è alcun pericolo di diffusione del virus negli States. Il paziente è stato subito posto sotto isolamento e tutte le procedure necessarie sono state attivate.

L’uomo ha sviluppato i primi sintomi sei giorni dopo il rientro. Per questo non c’è probabilmente pericolo per le persone che hanno viaggiato con lui. Verrà trattato al più presto con i farmaci sperimentali. 

 

Tags:

Lascia una risposta