Ebola – In Sierra Leone una quarantena di 4 giorni contro il contagio

7 settembre 2014 11:570 commentiDi:

disinfettante

Continua in maniera pressoché inarrestabile il diffondersi dell’epidemia di ebola nell’Africa occidentale e per questo motivo si corre ai ripari dando corso alla procedure più drastiche. E’ stato infatti deciso che in Sierra Leone e in Liberia, due tra gli stati maggiormente colpiti dalla diffusione del virus e con al momento il maggior numero di malati, verrà rispettata una quarantena di 4 giorni, dal 18 al 21 di settembre, in modo tale da evitare l’ulteriore diffondersi del contagio. 

Ebola –  Una altro paziente guarito grazie al siero Zmapp

Tale decisione è stata infatti presa dalla autorità governative di comune accordo con quelle sanitarie e con la task force che in questo momento si sta sforzando di contenere l’infezione. I quattro giorni di quarantena, in cui ai cittadini non sarà permesso abbandonare le proprie case come invece avviene di solito, servirà appunto ai tecnici sanitari anche per individuare nuovi casi di contagio, passando al setaccio la popolazione per mezzo di controlli porta a porta. 

Siero ZMapp contro l’ebola – Ecco come funziona il farmaco sperimentale

In Sierra Leone, in particolare, sembra che negli ultimi giorni ci sia stata una recrudescenza del virus. Nell’ultima settimana, infatti, sono stati registrati quasi 500 decessi, un numero preoccupante, se si pensa che in tutta l’Africa occidentale a partire dal mese di marzo 2014 le morti registrate sono state circa 2100. E a fare le spese della diffusione della malattia sono stati anche gli operatori sanitari che hanno lottato per fermarla, tra i quali si contano al momento almeno 20 vittime.

Per Medici Senza Frontiere, quindi, è tempo di passare a misure più drastiche, in modo da bloccare la diffusione del virus una volta per tutte.

Tags:

Lascia una risposta