Home / Salute / Ecco quali sono i 10 cibi che potremmo mangiare anche dopo la scadenza (forse)

Ecco quali sono i 10 cibi che potremmo mangiare anche dopo la scadenza (forse)

Anche voi siete tormentati dall’amletico dubbio se mangiare o non mangiare un particolare tipo di alimento dopo la data di scadenza? A dissipare ogni perplessità ci ha pensato l’ingegnere inglese Dan Cluderay, che ha voluto rassicurare tutti pubblicando una lista di 10 cibi che potremmo mangiare anche dopo la scadenza, ovviamente se ben conservati e sigillati, specificando inoltre le principali differenze tra da consumarsi preferibilmente entro il e da consumarsi entro che vediamo spesso apposti sulle confezioni dei prodotti alimentari. 

La differenza è fondamentale e ha 3 ramificazioni: la “Data di scadenza” contrassegnata su un prodotto alimentare sta infatti a significare che non è affatto sicuro consumare quel prodotto dopo la sua scadenza. “Da consumarsi preferibilmente entro” significa invece che è possibile ingerire quel prodotto anche dopo la sua scadenza naturale, a patto che l’alimento sia ben conservato e sigillato: il cibo avrà forse perso parte o tutte le sue proprietà nutritive, ma è ancora commestibile. La dicitura “Da consumarsi entro il” sta invece a significare che la data contrassegnata è il termine ultimo oltre il quale quel determinato tipo di cibo non deve essere consumato.

La lista dei 10 alimenti stilata da Dan Cluderay include diversi prodotti che probabilmente ognuno di noi avrà gettato nella spazzatura una volta superata la data di scadenza contrassegnata. In questo elenco, dunque, troviamo due insospettabili come il latte, da gettare solo se quando lo annusiamo l’odore ci sembra cattivo, e lo yogurt, che anche se presenta un po’ di muffa sulla superficie, sarà possibile consumare previa rimozione della suddetta, secondo Cluderay.

Anche per il formaggio stagionato o a pasta dura vale lo stesso discorso – ma non per il formaggio a pasta molle – mentre tra gli alimenti insospettabili spiccano anche le uova: per sapere se risulta ancora commestibile basta immergerlo in una ciotola d’acqua: qualora il grado di commestibilità sia rimasto inalterato, l’uovo andrà a fondo, altrimenti galleggerà. Oltre a questi alimenti, anche il pane può essere mangiato, sempre che non presenti muffa, così come il riso, specie se ancora sottovuoto, mentre per la frutta e la verdura il discorso è più o meno lo stesso: se non hanno muffa o non sono diventati marci, sarà possibile mangiarli anche alcuni giorno dopo l’acquisto.

Anche il cioccolato e le patatine fritte rientrano tra gli alimenti commestibili oltre la data di scadenza, grazie all’elevata concentrazione di zuccheri contenuta, e così la salsa ketchup, previa una modalità di conservazione adeguata ed efficace, ovvero in frigo o comunque in un posto fresco e asciutto.

Loading...