Farmaci incomprensibili agli anziani

28 novembre 2012 14:320 commentiDi:

Uno studio condotto dalla Società italiana di gerontologia e geriatria, presentato in occasione del Congresso nazionale Sigg, che si è concluso a Milano alcuni giorni fa, rileva come 3 milioni di anziani nel nostro Paese, e in particolare gli “over 75” abbiano in realtà serie difficoltà a riconoscere e a comprendere la posologia dei farmaci, pur facendone un largo uso.

Questo accade a causa di packaging e formati dei farmaci molto simili tra di loro, di blister anonimi su cui non vengono stampati altri aiuti per la somministrazione e infine di quegli incomprensibili foglietti illustrativi che rimangono inutilizzati dai più, e anzi, a volte, proprio per i loro eccessivo tecnicismo rischiano di confondere maggiormente coloro che si avventurano nella lettura.


L’indagine del Sigg, condotta su un campione di 1500 italiani con più di 75 anni, ha rilevato inoltre che la maggior parte degli  anziani non è a conoscenza della figura del geriatra, lo specialista degli over 65, e non ha mai chiesto un consulto o si è sottoposto ad una visita geriatrica.

Da questa ricerca emerge dunque la necessità di una maggiore informazione sull’uso e la posologia dei farmaci (sia che si tratti di farmaci generici sia di quelli protetti da brevetto) affinché si evitino fenomeni di sovradosaggio e uso inappropriato, oltre alla necessità dell’introduzione di foglietti illustrativi più chiari e comprensibili e confezioni più facili da riconoscere.






Tags:

Lascia una risposta