Funghi allucinogeni contro la depressione

26 gennaio 2012 10:590 commenti

Dopo aver parlato del suicidio dello stagista 26enne del “Sole 24 Ore” a causa della depressione, vi vogliamo proporre uno studio condotto dal professor David Nutt, dell’Imperial College di Londra, il quale è certo che alcuni tipi di funghi allucinogeni possono essere un valido aiuto per tutti coloro che soffrono di questo disturbo dell’umore.

La notizia potrebbe suscitare imbarazzo, ma le persone che hanno provato i trattamenti a base di psilocibina, una triptamina allucinogena, hanno abbassato in modo consistente le connessioni più dense all’interno del cervello, modificando così l’attività cerebrale e la reazione dell’individuo ad essa. Lo scienziato ha condotto due differenti tipi di studi per alimentare la sua teoria, il primo è stato pubblicato da Proceedings of National Academy of Sciences, mentre il secondo uscirà a breve dal British Journal of Psychiatry.


Nella prima parte dell’esperimento sono state monitorate le reazioni di un gruppo di pazienti  attraverso risonanze magnetiche e in quell’occasione i ricercatori hanno potuto osservare l’azione della psilocibina sulla corteccia mediale prefrontale e sulla corteccia cingolata posteriore. Nella seconda parte dello studio è stato dimostrato che questa sostanza influisce positivamente sull’umore del paziente favorendo i pensieri e le emozioni positive e aumenta l’attività del cervello nelle sue aree adibite all’elaborazione delle immagini e delle informazioni legate alla percezione sensoriale. La ricerca è stata condotta dal professor Nutt su 26 pazienti, che soffrono di depressione grave e che purtroppo non riescono ad avere benefici dalle tradizionali cure farmacologiche.






Tags:

Lascia una risposta