Home / Salute / Germi e virus volano da un continente all’altro

Germi e virus volano da un continente all’altro

Batteri, amebe e spore di funghi possono essere facilmente trasportati dal vento per migliaia di chilometri.

I microrganismi più piccoli possono anche sorvolare gli oceani e attraversare da un continente all’altro, a rivelarlo ricercatori svizzeri e britannici. 

Uno studio anglo-svizzero ha dimostrato, grazie a simulazioni mediante elaboratore, che alcuni piccoli microbi possono essere trasportati dal vento per migliaia di chilometri e a volte sono in grado di attraversare gli oceani. 

La scoperta è stata fatta dai dottori Symeon Koumoutsaris, dell’Istituto Internazionale di Scienze Spaziali di Berna e Dave Wilkinson, dell’Università John Moores di Liverpool. I loro rapporti sono stati pubblicati sulla rivista “journal of Biogeography”. 

Utilizzando modelli che simulano la dispersione di particelle di polveri, gli scienziati anglo-elvetici hanno cercato di comprendere come microrganismi liberati dal Messico e dall’estremità meridionale del Sudamerica possono muoversi nell’atmosfera. 

In base ai loro esperimenti, i microbi inferiori a 0,02 millimetri possono facilmente essere trasportati dal vento su lunghe distanze, a volte per migliaia di chilometri. Le particelle inferiori a 0,009 mm (come i batteri, alcune amebe o le spore di alcuni funghi) sono  riuscite anche a raggiungere l’Australia. Per le più piccole, il viaggio può durare anche fino a un anno. 

“I risultati più sorprendenti sono la vasta distribuzione dei microbi virtuali all’interno di uno stesso emisfero e l’assenza di diffusione tra l’emisfero nord e l’emisfero sud, nel corso dell’anno preso in considerazione”, spiega Wilkinson. 

Ecco un elenco di virus e batteri ben noti con le relative dimensioni: 

Ebola (0.0009 mm),

Salmonella (0.005 mm),

Virus influenzali (0.0001 mm),

Streptococco della polmonite (0.002 mm),

Virus dell’AIDS (0.0001).

 

Ultimo aggiornamento 29 agosto 2011 ore 16,35           

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *