Gli effetti collaterali dell’insulina nei pazienti diabetici

31 marzo 2014 16:490 commentiDi:

diabete

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas che svolge un ruolo fondamentale nella regolazione dei livelli di glucosio nel sangue e dell’appetito. Nelle persone affette da diabete, sia di tipo uno che di tipo due, la produzione di insulina è insufficiente e si ricorre per lo più alla somministrazione dell’ormone come terapia, in modo regolare attraverso iniezioni. 

Come viene prodotta l’ insulina

Alla somministrazione di insulina sono però associati anche alcuni effetti collaterali e alcuni rischi, soprattutto quando il dosaggio non è corretto.

L’Insulina può infatti causare effetti collaterali di tipo metabolico, oftalmico e sistemico. 

Sintomi del diabete di tipo 2


Effetti collaterali metabolici

Quando viene assunta in dosi massicce, ad esempio, può causare in primo luogo ipoglicemia, l’effetto collaterale più frequente, che si individua attraverso sintomi quali debolezza, pallore, sudorazione, sintomo della fame, sensazione di stordimento, cefalea, palpitazioni, irritabilità, tremori, nervosismo, incapacità di concentrazione, amnesia, tachicardia, diplopia, convulsioni, per arrivare infine al coma glicemico.

Effetti collaterali oftalmici

Tra gli effetti collaterali oftalmici dell’insulina vi è invece l’annebbiamento della vista.

Effetti collaterali sistemici

Dal momento che l’insulina viene iniettata per via endovenosa, la somministrazione può causare, come reazione topica del luogo in cui viene praticata l’iniezione lipodistrofia. La lipodistrofia viene causata dalla pratica di iniezioni ripetute nella stessa sede. Ne esistono di due tipi: una forma atrofica, che si verifica più di frequente, e una forma ipertrofica, chiamate rispettivamente lipoatrofia – forse una reazione immunitaria all’insulina – e lipoipertrofia – dovuta alla presenza nella zona sottocutanea di alte concentrazioni di farmaco ad effetto lipogeno.

Oltre alla lipodistrofia sono però associati all’insulina anche effetti collaterali sistemici come edema, gonfiore addominale – soprattutto nei pazienti affetti da diabete grave – e reazioni allergiche di vario genere, tra cui è possibile annoverare rash cutanei, orticaria, prurito e edema angioneurotico. In questo caso la prassi medica prevede la somministrazione di insulina ottenuta con la tecnica del DNA ricombinante, che induce minori reazioni.






Tags:

Lascia una risposta