I benefici del cioccolato lavorato a freddo

22 novembre 2012 11:280 commentiDi:

Oltre ad essere uno degli alimenti più buoni in circolazione, fa anche molto bene alla salute: l’amato cioccolato, dopo anni di alterne condanne e riabilitazioni (tra cui quella in base alla quale il  Cacao mantiene giovane il cervello e frena il declino cognitivo), torna all’attenzione degli scienziati, che ne mettono in luce i numerosi benefici che è in grado di apportare al nostro sistema cardiovascolare.

In un recente studio, infatti, l’European Food Safety Authority (EFSA) ha affermato che il cacao è un alimento particolarmente ricco di sostanze antiossidanti che favoriscono l’integrità delle pareti delle arterie e una buona vasodilatazione. I responsabili di questa azione benefica del cioccolato su cuore, vasi e pressione arteriosa sono i flavanoli, che appartengono alla stessa famiglia dei flavonoidi, anch’essi dalle spiccate proprietà antiossidanti. I flavanoli, dunque, insieme alle numerose altre proprietà nutrizionali, rendono particolarmente idoneo il ► Cioccolato per la salute.

Gli esperti consigliano quindi di assumere quotidianamente, e senza inutili preoccupazioni, un pezzetto di cioccolato fondente di circa 10 gr, oppure di bere una cioccolata calda in tazza realizzata con 2,5 gr di polvere di cacao. L’unico accorgimento che gli scienziati si sentono di suggerire è quello di preferire comunque  il cioccolato lavorato a freddo (in Italia ne abbiamo un pregiato esempio in quello di Modica) perché particolarmente ricco di flavanoli. Queste sostanze antiossidanti, infatti, sono sensibili alle alte temperature e sopra i 40 gradi, temperatura richiesta per la preparazione del cioccolato “a caldo” tramite il processo denominato concaggio, cominciano a degenerare.

L’ultimo consiglio è poi quello di leggere sempre bene le etichette, per scegliere il cioccolato che contenga il 65% di cacao minimo.

Tags:

Lascia una risposta