I benefici della frutta secca

20 dicembre 2012 10:520 commentiDi:

La frutta secca, insieme ad una lunga serie di dolci tradizionali e non, è sicuramente uno degli alimenti onnipresenti sulla tavola dei giorni di festa. Mandorle, noci, nocciole e pistacchi sono prodotti che anzi il mercato commercializza soprattutto in occasione delle festività natalizie, e di conseguenza il loro consumo da parte degli italiani, viene concentrato e massimizzato in un paio di settimane.

 I dolci di Natale

Da un certo punto di vista, si tende a pensare che il consumo abituale di frutta oleosa possa influire negativamente sul peso corporeo o possa accrescere i centimetri del giro vita. In realtà i nutrizionisti sono concordi nell’affermare i numeri benefici della frutta secca a guscio o disidratata, purché, come in tutte le cose, non si ecceda veramente nelle quantità.


E’ stato dimostrato, ad esempio, che i pistacchi contribuiscono a tenere la pressione arteriosa sotto controllo, migliorando quindi le funzioni cardiache, mentre il consumo abituale di una porzione di 30 grammi di frutta oleosa diminuisce la concentrazione del colesterolo cattivo nel sangue (LdL), aumentando quella di quello buono (HdL).

Come proporre frutta al bambino

La frutta secca è poi una fonte preziosa di ferro, calcio, vitamine B1 e B2, potassio, fibre, proteine (di cui possono servirsi anche i vegetariani) e omega 3, un acido grasso che ha importanti effetti benefici sulla salute. Altri studi, infine, evidenziano come sia utile nel far scendere l’indice di massa corporea, senza contare il fatto che può essere usata per accostare i bambini al consumo di frutta.






Tags:

Lascia una risposta