I danni della sclerosi multipla

12 maggio 2013 09:290 commentiDi:

mediciLa sclerosi multipla è una delle malattie neurodegenerative più gravi e diffuse nel mondo. In Italia i casi accertati sono circa 70 mila.

Si tratta in realtà di una patologia che colpisce principalmente il cervello e il sistema nervoso, ma che è anche in grado di provocare, di conseguenza, numerose alterazioni anche in altre aree dell’ organismo umano. Quali sono dunque i principali danni che questa malattia provoca sugli esseri umani?

La sclerosi multipla in Italia e nel mondo

La sclerosi multipla potrebbe essere descritta come una reazione immunitaria che ha il potere di distruggere le guaine mieliniche che rivestono i neuroni – le cellule del cervello – e il midollo spinale, alterandone il funzionamento.


> 10 cose da sapere sul cervello

Per quanto riguarda il cervello, dunque, la sclerosi è responsabile della creazione di placche di demielinizzazione a livello del mesencefalo, che a loro volta sono la causa profonda di una serie di disturbi e sintomi psichici, visivi e relativi alla fonazione che i pazienti affetti da questa patologia in genere manifestano.

A livello, invece, del sistema nervoso la sclerosi multipla provoca la distruzione graduale delle guaine mieliniche dei nervi, fenomeno che influisce sulla velocità di trasmissione degli impulsi nervosi (da 100m/s fino a 5 m/s), che viaggiano tra il sistema  nervoso centrale e quello periferico, e che vengono così ad essere rallentati o addirittura bloccati.






Tags:

Lascia una risposta