I possibili effetti collaterali dell’ uso del collutorio

14 settembre 2013 11:060 commentiDi:

Medici 06

Dopo che ci si è sottoposti ad una visita odontoiatrica, può capitare di ricevere dallo specialista l’ utile consiglio di fare uso di alcuni prodotti integrativi, per l’ igiene orale quotidiana, come i collutori alla clorexidina. La clorexidina è, infatti, un utile coadiuvante nella pulizia dei denti e nell’ ottenimento di una igiene orale sicura e completa, dato il suo elevato potere battericida, ma può riservare ai pazienti che ne fanno un uso prolungato anche degli effetti collaterali.

Igiene e benessere


E’ dunque consigliabile non eccedere mai con il suo utilizzo e comunque non prolungare il trattamento per troppo tempo. Tra gli effetti collaterali che si possono verificare in seguito ad un uso prolungato di collutori a base di clorexidina vi è ad esempio:

>Piercing consigli e precauzioni

  • La formazione di pigmentazioni brunastre sullo smalto dei denti: non si tratta in realtà di una condizione irreversibile ma è possibile eliminare le macchie attraverso una seduta di pulizia dentale
  • L’ alterazione del gusto
  • La desquamazione delle mucose orali – in genere più rara rispetto ai primi due effetti collaterali, ma comunque possibile, che può manifestarsi sotto forma di estrema secchezza delle gengive.

Tutti questi effetti collaterali, tuttavia, sono soliti scomparire al termine dell’ utilizzo di prodotti contenenti clorexidina.






Tags:

Lascia una risposta