I rischi dell’alcol in gravidanza confermati da uno studio

16 novembre 2012 10:570 commentiDi:

Assumere alcol durante i mesi di gestazione può causare seri danni al feto: lo conferma ora uno studio portato a termine, nel corso di diversi anni, dai ricercatori delle università di Oxford e Bristol, diretti da Ron Gray. Secondo i medici anglosassoni, infatti, sarebbero sufficienti da uno a sei bicchieri di alcol a settimana per alterare le capacità cognitive del bambino.


Per arrivare a questa conclusione gli scienziati si sono serviti di una mole impressionante di dati, fornita da un precedente studio denominato ALSPAC, il cui scopo era quello di individuare i fattori ambientali che influiscono sulla salute del feto nei mesi precedenti e successivi al parto. Sono stati così passati al setaccio i casi di 4mila madri e pù di 4mila bambini, che hanno una volta per tutte confermato i gravi danni causati dall’alcol sulle funzioni cerebrali dei neonati. Studi condotti negli anni precedenti, purtroppo, non avevano infatti fornito elementi incontrovertibili sulla questione.

I risultati di questa ricerca inglese, invece, pubblicati ora su PLosONE, mettono chiaramente  in relazione le quattro modifiche genetiche che avvengono nei geni predisposti alla metabolizzazione dell’alcol con le capacità cognitive dei bambini, dimostrando che ad ogni variazione genetica corrisponde un calo di 2 punti del loro QI.

 Gli studiosi inglesi suggeriscono dunque a tutte le mamme in dolce attesa di astenersi totalmente dal consumo di alcol.






Tags:

Lascia una risposta