I sintomi dell’ onicomicosi

30 giugno 2013 10:090 commentiDi:

Medici 02La stagione estiva è il periodo in cui si è portati maggiormente a scoprire alcune zone del proprio corpo, tra cui i piedi. Questi ultimi, però, in particolare nella zona delle unghie, potrebbero essere stati interessati nel corso dei mesi invernali da alcuni inestetismi, come l’ onicomicosi, che possono contribuire a modificare l’ aspetto stesso delle unghie.

> Che cosa è l’ onicomicosi

In alcuni post pubblicati in precedenza abbiamo cercato di chiarire le cause scatenanti dell’ onicomicosi, la micosi delle unghie, che tende a colpire, in particolare, le unghie dei piedi.

> La cause dell’ onicomicosi


Ma in quale modo è possibile riconoscere la manifestazione della malattia, quali sono i sintomi visibili che ne rivelano la presenza?

La prima cosa da dire è che la zona dell’ alluce sembra essere a livello statistico la più colpita, almeno nell’ 80% dei casi. Di conseguenza un primo consiglio potrebbe essere quello di partire da un’ analisi proprio della superficie della lamina – la parte superiore dell’ unghia – di questo dito.

Si deve inoltre prestare attenzione ad eventuali cambiamenti di colore – discolorazione – dell’ unghia o a cambiamenti nella forma della stessa – onicolisi -, che potrebbe tuttavia anche aver assunto uno spessore anomalo – ipercheratosi subungueale – a causa della presenza dei microrganismi patogeni.

Se l’ unghia dell’ alluce dovesse presentare questi sintomi, dunque, si potrebbe aver contratto una micosi e sarebbe dunque necessario curarla nel modo opportuno.

 

 

 

 






Tags:

Lascia una risposta