Home / Salute / Il luppolo ingrediente fondamentale della birra

Il luppolo ingrediente fondamentale della birra

birraIl luppolo oggi è utilizzato quasi esclusivamente per la produzione della birra, in quanto i suoi oli essenziali e gli acidi che lo compongono sono fondamentali per il sapore e l’aroma di questa bevanda, tuttavia questa pianta è stata largamente  utilizzata nel corso della nostra storia,  in quanto prodotto benefico per la salute.

Questo ingrediente ha occupato un posto importante nella farmacologia, era descritto come un calmante in caso di agitazione, di ansia e di insonnia o di disturbi del sonno di natura nervosa.

Si utilizzavano soprattutto i coni dei fiori del luppolo che contengono almeno lo 0,35% di olii essenziali. Ancora oggi si possono trovare presso le erboristerie.

Nel passato gli si attribuivano altre proprietà medicamentose a questa pianta, veniva infatti utilizzata per curare ipersensibilità, depressione, dolori di natura nervosa, crampi, emicrania e obesità;  il luppolo inoltre avrebbe anche effetti antisettici, antibiotici, analgesici e diuretici.

Nella produzione di farmaci, il luppolo è generalmente combinato con altri estratti di piante ad azione calmante, come la valeriana, i frutti della passione o la melissa.  Sono in commercio cuscini imbottiti di luppolo fresco, (non sono perenni, vanno sostituiti spesso), pare che questi guanciali favoriscono il sonno a causa dell’effetto del calore del viso che scioglie gli olii essenziali della pianta che si volatilizzano procurando un aroma soporifero.

La birra, la bevanda che contiene questa pianta può essere bevuta in modo ragionevole, una o due birre può giovare alla salute, contiene infatti notevoli proprietà nutritive, vitamine, e minerali, ma contiene anche alcool e come in ogni cosa è importante la moderazione.