Il cioccolato provoca acne e cellulite

28 marzo 2013 16:310 commenti

Mancano pochissimi giorni alla Santa Pasqua. Aldilà delle considerazioni di natura religiosa, è inevitabile non pensare al gran consumo di dolci in questo periodo. Uno su tutti? Naturalmente l’uovo al cioccolato, simbolo ‘pagano’ della Festa in questione.

Le famiglie hanno già fatto scorta. In primo luogo il cioccolato unisce grandi e piccini, piace (quasi) a tutti e Pasqua è una ‘buona’ occasione per consumarne in quantità industriali, spaccando uova su uova con la scusa di una sorpresa.


Non a caso, questo è uno di quei periodi in cui per via del consumo di cioccolato in eccesso prendiamo qualche chilo e vediamo fastidiosi brufoli comparire sulla nostra pelle. Lo confermano le ricerche effettuate presso l’Università Federico II di Napoli dalla dottoressa Gabriella Fabbrocini, docente di dermatologia e venereologia. La Fabbrocini crede che un apporto di carboidrati e di cibi particolarmente zuccherini in quantità elevate possa aumentare la glicemia e dilatare le nostre curve: “È stato dimostrato che un eccesso di glucosio, imputabile per lo più al latte contenuto nel cioccolato delle uova pasquali, faciliti lo sviluppo dell’acne. L’eccessiva quantità di glucosio nel sangue, infatti, induce una insulino-resistenza con effetto moltiplicatore nella stimolazione delle ghiandole sebacee” – afferma la Fabbrocini.

I consigli dell’esperto

La dermatologa ha anche aggiunto che una nutrizione ad alto carico glicemico stimola l’incremento di peso corporeo, nello specifico nella cavità addominale per l’uomo e nel tessuto sottocutaneo per la donna quindi con un peggioramento della cellulite”.

Al fine di evitare quanto potrebbe succedere, la dottoressa consiglia di non esagerare nel consumo di carboidrati prima e durante le festività, cercando al contrario di favorire il consumo delle proteine di natura vegetale. Molta frutta, molta verdura e molta acqua vi aiuteranno a mantenere un fisico perfetto, con l’aggiunta di sessioni di attività fisica.






Tags:

Lascia una risposta