Il maltolo sconfigge il tumore

26 marzo 2013 14:100 commenti

Il maltolo può sconfiggere le cellule tumorali. La sostanza si trova in malto, caffè, nella cicoria e cocco. Al momento è diventata l’oggetto di una ricerca completamente italiana, condotta avanti da due diversi gruppi dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, con a capo i Professori Mirco Fanelli e Vieri Fusi.

Lo studio sul maltolo ha trovato spazio tra le pagine del British Journal of Cancer e su quelle del Journal of Organic Chemistry. In breve, la ricerca vede nel maltolo la base capace di fondare nuove classi di molecole capaci di costringere al suicidio le cellule neoplastiche.

Il maltolo è una molecola sfruttata alcune volte a mò di additivo alimentare in virtù del suo aroma e delle sue proprietà antiossidanti. Tuttavia, una sua opportuna alterazione può garantire la realizzazione di nuove molecole antitumorali dalle proprietà utili.

Il Professor Fanelli ha dichiarato di aver modificato la molecola di maltolo e di aver scoperto così le sue interessanti proprietà di natura biologica. Tra queste vi è quella di stimolare micro cambiamenti nella cromatina dell’essere umano e dunque nel suo genoma. Il Professor Fusi gli fa eco dicendo che le molecole sintetizzate nel maltolo possono stimolare “un’alterazione al dna errato, ovvero a quello della cellula con il tumore. In questo caso la cellula ha due possibilità: può tentare di riparare il danno oppure, nel caso in cui non riesca nell’intento, avviarsi verso un vero e proprio suicidio”.

 

 

Tags:

Lascia una risposta