Il peperoncino tra i rimedi per le malattie cardiovascolari

1 settembre 2014 16:350 commentiDi:

cura-del-cuore

Alcuni dei più efficaci rimedi contro malattie importanti e diffuse in tutto il mondo arrivano a volte dalle cose più semplici. Come dalle piante che usiamo tutti i giorni in cucina e che fanno parte della dieta mediterranea da tempo. Una di queste favorite è il peperoncino, a cui gli scienziati sono oggi soliti attribuire molti più meriti che in passato, per quanto riguarda gli effetti benefici nei confronti della salute umana. 

Le proprietà del peperoncino come antidolorifico

Il peperoncino è una pianta che produce benefici effetti sull’organismo umano e che in particolare può offrire i suoi servigi curativi nei confronti di malattie importanti e diffuse come le malattie cardiache. Numerosi studi certificano ad esempio che il peperoncino possiede chiari poteri anti – ipertensivi, non solo nel momento in cui si assume, ma anche a più lungo termine.


> Cosa prevede la dieta brucia – grassi che fa dimagrire mangiando

Il peperoncino, quindi, funziona come un vasodilatatore, dal momento che una delle sostanze presenti al suo interno, la capsaicina, la sostanza responsabile del tipico sapore piccante quando lo si mangia, fa aumentare la quantità di ossido nitrico presente nell’organismo, portando ad una vasodilatazione soprattutto nei soggetti ipertesi.

Il peperoncino è quindi un alimento consigliato nelle diete di coloro che soffrono di malattie cardio – circolatorie e che sono esposti al rischio di infarto, perché questo elemento ha effetti preventivi di un certo livello.

Il peperoncino ha anche la funzione di proteggere le arterie, in particolare le coronarie e di abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Questi benedici sono dovuti alla presenza al suo interno di numerosi acidi polinsaturi, che hanno il potere di eliminare i trigliceridi dalle arterie. Il peperoncino ha infine anche il potere di prevenire i trombi.






Tags:

Lascia una risposta