Il rosmarino aiuta la memoria

10 aprile 2013 12:310 commenti

L’odore di rosmarino è un ottimo ausilio per la memoria, nonché come noto per l’olfatto. Ciò si evince da una ricerca condotta dalla Northumbria University e illustrata nel corso della conferenza annuale della British Psychological Society.

Lo studio, condotto da Mark Moss e Jemma McCready, si concentra sugli effetti positivi della pianta inerenti alle prestazioni cognitive e alla memoria. Si registrerebbe, pertanto, un miglioramento della memoria a lungo termine pari ad un quindici per cento.

I ricercatori hanno coinvolto un campione di 66 persone dividendole in due gruppi e sottoponendo loro ad una serie di esperimenti di natura mnemonica. Il primo gruppo ha affrontato il test in una stanza “profumata” di rosmarino, mentre il secondo in una stanza normale.

I test erano fatti ad hoc per verificare le capacità mnemoniche dei soggetti, e contemplavano ad esempio di ricordare un oggetto visto di sfuggita e trovare oggetti mostrati e poi nascosti.

Risultati

Dai risultati viene fuori un esito migliore per coloro che si trovavano nella stanza pervasa di rosmarino.

Moss ha poi spiegato: “Abbiamo voluto integrare la nostra precedente ricerca che indicava come l’aroma del rosmarino migliorasse la memoria a lungo termine e il calcolo mentale”.

Lo scopo dello studio, in particolare, è stato la memoria prospettica, e cioè la capacità di ricordare l’esecuzione di determinate attività in momenti specifici.

Tags:

Lascia una risposta