In Australia sigarette no logo e pacchetti con immagini shock

3 dicembre 2012 13:260 commentiDi:

A partire dall’agosto scorso il governo australiano ha dichiarato ufficialmente guerra al tabagismo, dando il via libera alla legge che apporta grandi modifiche al mondo dei tabacchi e delle sigarette in genere, approvata a maggioranza dall’Alta corte e con entrata in vigore a partire dal 1 dicembre.

Da alcuni giorni, infatti, in Australia è in atto una vera e propria rivoluzione antifumo, che prevede la commercializzazione di pacchetti di sigarette rigorosamente anonimi tutti dello stesso colore, in cui non sono riportati i loghi dei produttori e sui quali sono stampate immagini molto crude e realistiche che a illustrano, a scopo didattico e preventivo, i rischi per la salute provocati dal fumo.


L’iniziativa del governo australiano, approvata anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha esortato il resto del mondo a seguire questo esempio, ha l’obiettivo di indurre la maggior parte della popolazione a smettere di fumare o comunque a ridurre le sigarette, togliendo loro ogni fascino.

Di parere contrario nei confronti della normativa si sono dimostrate invece da subito le grandi multinazionali del tabacco, come la British American Tobacco, Philip Morris, Imperial Tobacco e Japan Tobacco, che hanno presentato inizialmente un riscorso, prospettando il rischio di un incremento del fenomeno del contrabbando e hanno annunciato una lunga battaglia giuridica. Il braccio di ferro tra governo e interessi dei produttori è appeno cominciato.






Tags:

Lascia una risposta