Influenza e infezioni si combattono lavando le mani

4 gennaio 2012 09:060 commenti

Per sconfiggere l’influenza stagionale e la maggior parte delle malattie provocata da virus e batteri, un buon aiuto è quello di lavarsi le mani, ma bisogna farlo al meglio perché sia davvero utile.

Questo è quanto affermano specialisti dal Canadian Center for Occupational Health and Safety, che spiegano che rispettando certe minime regole, con un gesto così semplice si può evitare la diffusione della maggior parte dei germi più comuni.

Soprattutto in questo periodo invernale, in cui abbondano malattie virali quale l’influenza e affini, e dappertutto si trovano persone che trasmettono i germi al tossire o starnutire sulle proprie mani, e poi toccando altre persone o contaminando oggetti.

La giusta tecnica per lavarsi le mani

Secondo gli scienziati, la corretta tecnica prevede inizialmente di bagnare le mani sotto acqua tiepida; dopodiché si aggiunge sapone e si sfregano le mani tra di loro finché non si crea sufficiente schiuma.

Il momento chiave però è quello a continuazione: si deve lasciare agire la schiuma per almeno 20 secondi, continuando a sfregare gli spazi tra le dita e sotto le unghie. Soltanto trascorso questo tempo, si procede a sciacquare le mani e ad asciugarle, idealmente con della carta o getti di aria, ma almeno a casa si può utilizzare un panno asciutto e pulito.

Per stimolare soprattutto i più piccoli a realizzare questi lavaggi più lunghi del solito, si potrebbe far cantare canzoni brevi mentre si aspettano i 20 secondi consigliati.

Lavare le mani nei momenti critici

Riguardo ai momenti in cui si deve necessariamente far ricorso al lavaggio delle mani, gli specialisti spiegano che vanno lavate quando sono visibilmente sporche, dopo aver usato il water o cambiato i pannolini, ogni volta dopo soffiarsi il naso o starnutire, prima e dopo la manipolazione di alimenti e i pasti (particolarmente dopo toccare carne cruda, pesce o pollame), dopo aver toccato rifiuti, aver fatto visita, o infine dopo aver avuto contatto con persone malate e animali.

Quando non è possibile lavarsi le mani con acqua e sapone, va sempre indicato l’uso di disinfettanti con almeno il 60% di alcol.

Tags:

Lascia una risposta