Home / Salute / Influenza e vaccinazioni: italiani si mettono in fila dal medico per il siero

Influenza e vaccinazioni: italiani si mettono in fila dal medico per il siero

Nelle ultime settimane l’influenza ha iniziato a mordere realmente in Italia. Il numero di persone che sono state costrette a fermarsi a causa dell’influenza è aumentato in modo decisamente evidente. Si è entrati nella seconda fase della diffusione del virus con casi che sono praticamente diffusi in tutta la penisola. La vera sorpresa, però, non chiaramente rappresentata dalla diffusione dell’influenza ma dall’aumento delle richieste di vaccinazioni. Non ci sono ancora dati disponibili ma la tendenza sembra essere chiara anche in questo ambito.

Nonostante infatti il forte calo delle vaccinazioni contro le malattie generiche, come ad esempio il morbillo, il vaccino contro l’influenza non sembra risentire del clima di diffidenza che un pò di anni a questa parte si è diffuso in relazione all’iniezione di anticorpi. Il vaccino contro l’influenza stagionale, quindi, resta molto diffuso in Italia e sono in tanti che, a seguito dell’evidente aumento dei casi di contagio da virus influenzale, non hanno perso tempo e si sono messi in fila al dottore. La ragione della tenuta della vaccinazioni contro l’influenza è abbastanza intuitiva. A ricorrere al siero, infatti, non sono solo le mamme per i loro piccoli ma anche e soprattutto tantissimi anziani presso i quali l’allarmismo contro le vaccinazioni non fa certamente presa.

Secondo gli esperti questo è in assoluto il periodo migliore per vaccinarsi contro il virus influenzale. Attendere oltre, infatti, significherebbe non permettere al siero di fare il suo corso e quindi rendere praticamente inutile il vaccino.

Il picco dell’influenza stagionale è atteso tra la fine dell’anno e la metà del 2016 ossia in coincidenza con il momento più freddo dell’anno. Per quelle settimane è indispensabile, per chi lo ritenesse opportuno e per le consuete categorie a rischio, avere la copertura del vaccino in modo tale da evitare di intercorrere non tanto nell’influenza quanto nelle complicazioni che da essa possono derivare.

 

Loading...