Influenza stagionale colpisce 169mila italiani in una settimana

14 gennaio 2012 09:350 commenti

Quasi 170mila italiani sono stati colpiti dall’influenza stagionale nell’ultima settimana, tra cui una gran parte bambini minori ai quattro anni. Sin da ottobre 2011, sono stati 998mila gli italiani a letto per colpa di questa malattia.

I dati emergono dalle ultime indagini dell‘Istituto Superiore di Sanità, che afferma inoltre che la curva epidemica avrebbe cominciato la sua ascesa, sopratutto a partire dall’ultima settimana del 2011. Sette giorni dopo però, il numero dei casi d’influenza ha registrato un leggero calo, sopratutto nelle fasce d’età più basse, possibilmente dovuto alla chiusura invernale delle scuole.

Durante quest’ultima settimana, la regione italiana più colpita dall’influenza stagionale è stata il Piemonte, seguita dalla Campania.

La vaccinazione è fondamentale

L’influenza sembra un problema banale, dato che non si tratta di una patologia con alto tasso di mortalità. Il problema però è che ogni anno diventa un vero e proprio problema di sanità pubblica, a causa della sua contagiosità e possibili complicanze nelle popolazioni più a rischio.

Perciò, è fondamentale la vaccinazione delle persone più esposte all’influenza, come i maggiori di 65 anni o chi soffre di patologie croniche.

Per malattie croniche si intende innanzitutto quelle che mettono in difficoltà proprio i polmoni (asma grave, fibrosi cistica, displasia broncopolmonare). Inoltre, deve vaccinarsi anche chi soffre di malattie cardiovascolari, diabete o altri disturbi metabolici, insufficienza renale, patologie neurologiche e tutti i disturbi che compromettono gravemente il sistema immunitario.

Inoltre, le persone che convivono con questi pazienti più fragili devono anche vaccinarsi, per aumentare la loro protezione, così come le donne nel secondo o terzo trimestre di gravidanza e coloro che risiedono in strutture per anziani o disabili, medici e personale sanitario.

Infine, è utile ricordare la importanza dell‘igiene individuale per diminuire la trasmissione del virus: lavarsi accurata e frequentemente le mani e coprirsi bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce.

Tags:

Lascia una risposta