Integratori farlocchi in Usa: 4 aziende incriminate

Sono quattro le grandi aziende internazionali produttrici di integratori finite nello scandalo dei prodotti farlocchi nei quali sono state riscontrate soia e farina invece delle erbe miracolose dalle proprietà benefiche pubblicizzate. A rispondere di vendita fraudolenta dopo l’accusa del New York State Attorney General’s Office sono: Gnc, Target, Walgreens e Walmart. Si tratta di quattro aziende che sono tra i principali players del settore in Usa. Gli ingredienti per lo scandalo quindi ci sono tutti e di questa notizia si sentirà ancora parlare a lungo.

Nel contenuto delle confezioni non c’era traccia delle erbe millantate ma solo alcuni elementi “riempitivi” per ingannare i consumatori come riso e asparagi in polvere, soia o perfino grano e farine, sebbene l’etichetta del prodotto garantisse che non era presente glutine. Di certo una botte per la reputazione di queste multinazionali anche se, a ben vedere, non è la prima volta che questo settore viene travolto da un simile scandalo. Qualche anno la Food and Drugs Amministration (Fda) puntò il dito contro alcuni integratori ritenuti pericolosi per via delle sostanze contenute. I prodotti finiti nel mirino questa volta sono nello specifico quelli della Walmart a base di ginko biloba o presunto tale visto che in realtà contengono polvere di ravanello, residui di piante d’appartamento e grano; quelli a base di ginseng sostituito dalla Walgreens con polvere di riso e di aglio e, forse il caso più grave, gli integratori alle erbe della Gnc che contenevano farina di legumi, soia, e arachidi (una bomba per il rischio di allergie che poteva risultare anche fatale per alcuni clienti).

Le aziende incriminate hanno risposto in modo diverso alle accuse: la Walgreens ha immediatamente disposto il ritiro dei prodotti dal commercio in tutti gli Stati Uniti e non solo in quelli di New York come ordinato dalla procura. Da Target nessun commento mentre Gnc e Walmart si sono dette disposte a collaborare pur continuando a difendere l’integrità dei loro prodotti.

Loading...

Comments

  1. Vuoi vedere che anche gli americani copiano dagli italiotti?
    E’ bello fare quattrini facili facili!
    Solo che forse negli USA chi truffa paga, in Italia invece più si è ladri più si è “bravi”.
    Alfio Beggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *