In ufficio con l’influenza fa abbassare la produttività

19 novembre 2012 17:000 commentiDi:


Un sondaggio svolto dalla società di prodotti per ufficio Staples mette in evidenza come circa l’80% dei lavoratori va al lavoro con l’influenza. Questo causa un rischio di contagio tra i colleghi con la possibilità che la produttività dell’azienda ne risenta.
Con l’influenza bisognerebbe stare a casa, quindi, non solo per tutelare la propria salute, ma anche per garantire una maggiore produttività dell’azienda. Il sondaggio mostra come quasi la metà dei lavoratori sia preoccupato di portare a termine il proprio lavoro, ed è questo il motivo più importante che spiega il fatto che non stanno a casa.
Il virus dell’influenza, che tra poco toccherà il picco di contagio in Italia, è causa di circa 70 milioni di giornate lavorative perse, con una perdita in termini di produttività che si aggira sui 10 miliardi.
Sono tanti anche i lavoratori che si recano in ufficio con l’influenza per non sprecare un giorno di malattia. Magari pensano di utilizzare questi giorni per problemi di salute più seri, ma intanto la loro produttività in condizione di salute precaria è di circa il 50% meno efficace di quella di condizione di salute ottimale.
Lo stesso sondaggio dimostra come circa il 65% delle persone intervistate non conosce bene i tempi di contagio del virus dell’influenza, come prevenire il contagio e quali siano i posti dove il contagio è più facile.






Tags:

Lascia una risposta