La bufala del tonno Coop di Fukushima

17 settembre 2013 10:370 commentiDi:

tonno (Custom)

Possiamo stare tranquilli. Il tonno che troviamo sugli scaffali dei supermercati italiani non è radioattivo: si può mangiare senza alcun problema, in quanto il pesce utilizzato non viene pescato nelle acque del Giappone, ma in ben altri luoghi del mondo.

D’altronde si sa, Internet non sempre è una fonte sicura di informazione o, almeno, prima di gridare al lupo al lupo e mettere in ansia un’intera popolazione di consumatori di tonno, sarebbe il caso di controllare la veridicità di quanto si dice.

Tutti siamo parte di almeno un social network e, quindi, tutti abbiamo ricevuti messaggi circa il pericolo di radioattività del tonno. Il messaggio che è apparso principalmente su Facebook riportava un’indicazione precisa, ossia di controllare bene l’etichetta del tonno in scatola da acquistare per assicurarsi che non fosse riportata la dicitura Fao 71. Questa sigla indica la provenienza del tonno, nello specifico la zona 71 indica le acque si pesca del tonno pinne gialle, unico commercializzabile in Italia, ossia Filippine, Indonesia, Papua Nuova Guinea e Australia del Nord.

► Le tecniche di pesca del tonno

E’ stata fatta solo un po’ di confusione: il tonno pericoloso, quello che potrebbe essere radioattivo, sull’etichetta avrà riportata la sigla FAO 61, che riguarda Oceano Pacifico del Nord Ovest, zona che comprende l’area del Giappone, dove non viene pescato il tonno qualità pinne gialle commercializzato e venduto in scatola in Italia.

Tags:

Lascia una risposta