Home / Salute / La dieta mediterranea patrimonio dell’umanità Unesco: ecco come aiuta il cervello

La dieta mediterranea patrimonio dell’umanità Unesco: ecco come aiuta il cervello

All’Expo 2015 di Milano, la dieta mediterranea è stata riconosciuta ufficialmente come patrimonio dell’umanità dall’Unesco: a ciò si aggiunge anche uno studio americano condotto da un team di ricercatori della Columbia University intitolato “The Taub Institute for Research in Alzheimer’s Disease and the Aging Brain”, condotto dalla dottoressa Yian Gu, che ha rivelato come la dieta mediterranea sia fondamentale per il nostro cervello, perché aiuta a ringiovanirlo e a ridurre il rischio di demenza senile. 

Lo studio è stato condotto su un campione di 647 individui di New York compresi in una fascia di età vicina agli 80 anni, con abitudini alimentari diverse e privi di problemi di salute. A questi è stato fatto un questionario in cui si chiedeva loro le principali consuetudini alimentari, dopodiché sono state effettuate delle risonanze magnetiche per verificare lo stato di salute del cervello e il volume cerebrale nel suo complesso.

I risultati emersi sono stati a dir poco straordinari e sorprendenti, perché hanno rilevato come i soggetti abituati a una dieta mediterranea abbiano presentato una maggiore lucidità oltre a maggiori dimensioni del cervello rispetto a chi era abituato ad altre diete di tipo alimentare. Ma cosa può comportare l’aumento delle dimensioni del cervello? Yian Gu ha affermato che un cervello più grande equivale a una maggiore possibilità di memorizzare le cose, cosa che porta al ringiovanimento del cervello stesso e dunque all’allontanamento della demenza senile o, nel complesso, del suo invecchiamento.

A influire positivamente sul cervello anche un’alimentazione che vede il predominio del pesce sulla carne: mangiare più pesce rispetto alla carne – rossa, prevalentemente – significa sviluppare volumi cerebrali più ampi e un maggiore spessore della corteccia, aiutando il cervello a tenersi sveglio e giovane. Insomma, un’altra vittoria per la dieta mediterranea, che da poco è perfino patrimonio dell’umanità Unesco.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *