La dipendenza da smartphone è un disturbo?

3 dicembre 2012 12:430 commentiDi:

Secondo gli scienziati della Hankamer School of Business alla Bayolor University, inTexas, la dipendenza a smartphone è un vero disturbo. E, in modo particolare, lo è l’ossessiva necessità di controllare costantemente il proprio cellulare per vedere se sono arrivati nuovi messaggi o la furiosa abitudine di scriverne dieci ogni minuto. E’ stato perfino coniato un nuovo termine per definire coloro che ne sono spesso inconsapevoli vittime, “crackberry“, storpiando il nome di uno dei più diffusi dispositivi della categoria sotto accusa.


Se dunque la scienza aveva già affermato che la dipendenza da internet è un disturbo, ora anche il mondo degli smartphone è nel mirino dei ricercatori e i dati parlano chiaro. Gli scienziati, infatti, si sono basati sull’analisi comportamentale di 191 studenti di economia di due università americane, analizzando il loro grado di dipendenza da telefono cellulare, scoprendo così che non solo i giovani passano almeno sette ore al giorno interagendo coi dispositivi mobili, ma anche che la percentuale di utilizzo degli stessi fra gli studenti sfiora quasi il 90%.

Secondo i ricercatori, quindi, l’utilizzo ossessivo del cellulare deve essere considerato e trattato come una dipendenza simile a quelle da shopping compulsivo o da abuso di carte di credito, che può dare adito anche a fenomeni di autentico smarrimento quando si resta senza dispositivo. Gli scienziati sono concordi nell’affermare che questi comportamenti possono andare pesantemente a discapito delle relazioni personali, perché non sempre accettati da chi ci sta intorno.






Tags:

Lascia una risposta