La prima causa di morte in Italia

16 aprile 2013 18:260 commenti

ictus-fisioterapia

Sono le malattie cardiovascolari da trombosi, quali ad esempio ictus e infarto, a configurarsi come la prima causa di morte e invalidità in Italia.

Nel contempo, sono tuttavia moltissimi i cittadini che ignorano i fattori di rischio e che non sanno in che maniera prevenire tali patologie.

Parliamo di patologie che in un caso su tre possono essere evitate. Al fine di sensibilizzare sul tema domani la Alt organizza la Giornata nazionale per la lotta alla trombosi.


La prima soluzione, che poi si configura come l’obiettivo della Manifestazione è quella di mantenere uno stile di vita sano. Appare assolutamente fondamentale educare la popolazione a riconoscere i fattori di rischio e a cambiare le abitudini che aumentano il rischio di un evento cardiovascolare, partendo dai bambini.

Intanto, Lidia Rota Vender, presidente dell’Associazione lotta alla trombosi, ha spiegato che “Queste malattie si possono evitare in modo molto semplice, con una corretta manutenzione del proprio corpo fin da piccoli. E’ importante mangiare bene e sano, fare attività fisica, evitare fumo, alcol e droga. La cocaina infatti è una delle cause di ictus”.

Sono moltissime le iniziative organizzate consultabili nel sito dell’associazione. A Milano, Bari e Palermo, medici ed esperti si confronteranno con più piccoli per spiegare loro queste malattie e li coinvolgeranno in giochi e attività sportive tali da prevenire eventuali comportamenti dannosi per il loro futuro.






Tags:

Lascia una risposta