La sanità italiana diventa by-night

7 settembre 2013 08:530 commentiDi:

medico-lastra

Il fenomeno dell’ allungamento dei tempi d’ attesa per l’ effettuazione delle visite mediche e degli esami radiologici è un fenomeno tutto italiano, cioè quasi endemico all’ interno del Sistema Sanitario Nazionale Italiano. Nonostante da molto tempo si cerchi di ovviare al suo verificarsi, infatti, non tutte le strutture sanitarie pubbliche sono oggi in grado di rispondere alle esigenze dei pazienti nei tempi stabiliti o previsti.

Il vero problema della sanità italiana sono gli esami inutili

Spesso la causa del fenomeno deve essere individuata nella mancanza del numero giusto delle attrezzature mediche – come Tac e mammografi – e nell’ alto numero dell’ utenza.


L’ efficienza dei sistemi sanitari regionali italiani

Per questo motivo alcune regioni italiane hanno pensato bene di cercare di risolvere il problema allungando i tempi dedicati alle visite, con ospedali e centri di assistenza che restano aperti in modo continuativo dalle 8 di mattina alle 24. 

L’ idea, in realtà, era venuto al precedente Ministro della Salute Balduzzi, che aveva avanzato la proposta dei centri medici aperti 16 ore al giorno. In alcune regioni italiane, dunque, comincia a farsi l’ idea di una sanità by-night, con visite ed esami che vengono effettuati almeno fino alle 10 di sera.

Le regioni interessate hanno quindi cercato di razionalizzare in questo modo le risorse a disposizione e si aspettano degli incrementi per il futuro.

 

 






Tags:

Lascia una risposta