La vitamina D accorcia la vita

14 novembre 2012 11:550 commentiDi:

Il segreto della longevità? E’ la poca vitamina D. Così dicono i ricercatori del dipartimento di Gerontologia e Geriatria del Leiden University Medical Center, in Olanda, che hanno hanno condotto uno studio, pubblicato recentemente su Cmaj, secondo il quale livelli bassi di  vitamina D nell’organismo sarebbero responsabili di un allungamento della vita.


Gli scienziati olandesi hanno infatti esaminato i dati relativi ad un campione di 380 famiglie con almeno due componenti sopra i 90 anni, per un totale di più di 1000 persone e 461 controlli. L’analisi di questi dati ha dimostrato che i figli degli ultranovantenni, con almeno un fratello sopra i 90 anni, avevano livelli di vitamina D più bassi. I ricercatori hanno notato inoltre che in questi soggetti si verificava una minore variazione del gene Cyp2R1, che normalmente predispone le persone ad avere  livelli più alti di vitamina D.

Lo studio dei ricercatori di Leida dimostrerebbe, quindi, l’esistenza di un preciso legame tra la bassa presenza di vitamina D nell’organismo e la possibilità di vivere più a lungo.

Di parere contrario, invece, si erano dichiarati qualche tempo fa gli studiosi dell’Università di Yale, che nel 2010 avevano collegato livelli bassi di vitamina D ad una maggiore insorgenza di cardiopatie, allergie, tumori e diabete, e dunque ad un aumento del rischio di mortalità.

A chi dare ragione? La questione necessita senza dubbio di ulteriori studi.






Tags:

Lascia una risposta