Home / Salute / “Lavatevi prima delle visite”, l’annuncio shock del rimario del Policlinico

“Lavatevi prima delle visite”, l’annuncio shock del rimario del Policlinico

Ha davvero dell’incredibile un annuncio che è apparso nelle scorse ore fuori da uno studio medico a Messina. Stando a quanto riferito, sembra che un noto primario del Policlinico di Messina di cui al momento non si sa l’identità abbia affisso fuori dal suo studio un avviso con il quale ha fatto sapere ai suoi pazienti che sarebbe stata apprezzata la loro ascella lavata e che in generale, tutti prima di farsi visitare avessero proceduto a farsi una doccia. Tuttavia questo annuncio, sembra che abbia destato parecchie polemiche è in tanti Infatti avrebbero definito quell’annuncio piuttosto indecoroso.

“Si informano ‘certi’ pazienti che lavarsi prima delle visite programmate, cambiarsi la biancheria intima e pulirsi le scarpe dalla terra o altro prima di entrare, non cancella importanti indizi utili alla diagnosi, per cui possono procedere tranquillamente a una doccia. Ricordiamoci che è sempre apprezzata l’ascella lavata”, è questo nello specifico quanto si legge nella avviso fisso dal primario del Policlinico di Messina di cui non è stato svelato il nome.

Lo stesso avrebbe Dunque invitato Senza fare tanti giri di parole i suoi pazienti a lavarsi prima di sottoporsi ad una visita. “Non ha corrispondenze scientifiche, la credenza che la doccia faccia venire la polmonite”, si conclude in questo modo l’annuncio. Sembra che questo messaggio sia stato avvistato ed in seguito fotografato da un uomo che pare avesse accompagnato la madre a fare una visita, ma che non avendo credito la richiesta, l’avrebbe inviato ad un’amica che poi a sua volta l’ha inoltrato alla direzione del Policlinico.

“L’autore della foto ha omesso di inquadrare la firma del primario che, evidentemente fiero di tanto genio, non aveva invece tralasciato di apporre nome, cognome e ruolo in calce al proprio capolavoro. Ebbene, vorrei ricordare a tutti voi che il personale medico è, quando in servizio, parificato al ruolo di pubblico ufficiale. Questo non vale solo quando è bene astenersi dall’insultarlo o picchiarlo, come tanti cartelli ci ricordano, nei reparti. Un invito alla cura e all’igiene della persona è legittimo, ma è anche possibile farlo con sobrietà, gentilezza e rispetto. Trovo davvero indecoroso questo modo di fare, perfettamente parificabile all’operato della capotreno di TreNord che qualche giorno fa, dall’altoparlante, ha intimato agli ‘zingari’ di smetterla di ‘rompere i coglioni’. Non siete ancora a questo livello, al Policlinico di Messina, ma mi pare che poco ci manchi”, è questo quanto si legge nella lettera che l’autore della foto a inviato ai piani alti del Policlinico.

Loading...