Le cause e la trasmissione della tubercolosi

4 dicembre 2012 12:470 commentiDi:

La tubercolosi è una malattia infettiva causata da un batterio, il Mycobacterium tubercolosis, un parassita intracellulare. Gli esseri umani si difendono in genere dall’attacco di questi batteri tramite l’azione del proprio sistema immunitario, e quindi quella di linfociti e macrofagi.

Il batterio, infatti, una volta entrato all’interno dello spazio cellulare, viene riconosciuto e fagocitato dai macrofagi, che però non lo eliminano del tutto. Il batterio riesce così a rimanere quiescente all’interno del citoplasma dei macrofagi anche per lunghi periodi per poi approfittare di un momento di alterazione dell’equilibrio immunitario, che crea le condizioni favorevoli alla loro proliferazione e allo sviluppo dell’infezione.


La malattia, in realtà, si sviluppa solo nel 5-15% dei soggetti che contraggono la tubercolosi.  Negli altri questa rimane senza sintomi, o decorre con sintomi che passano inosservati, e guarisce lasciando solo una modificazione nella reattività dell’organismo nei confronti del bacillo tubercolare.

Come si trasmette

La trasmissione di questa malattia avviene attraverso il contatto umano, attraverso l’emissione di goccioline di saliva che contengono una certa concentrazione dei microrganismi. Le particelle più piccole possono poi essere inalate attraverso il respiro e depositarsi negli alveoli. Affinché la malattia si trasmetta deve avvenire un contatto abbastanza prolungato nel tempo con soggetti che ne siano affetti.

Un’altra possibilità di contagio è rappresentata dall’ingestione di latte infetto non pastorizzato che provoca lo sviluppo della malattia a livello gastrointestinale.






Tags:

Lascia una risposta