Le malattie della tiroide in gravidanza – L’ipotiroidismo

31 maggio 2014 15:510 commentiDi:

Medici 02

In Italia e nel mondo sono soprattutto le donne a soffrire di problemi alla tiroide e la maggior parte di questi si concentrano in alcune fasi fondamentali della vita femminile come la pubertà, la gravidanza o la menopausa. Le donne che soffrono di tiroide dovrebbero infatti compiere specifiche cure nel corso dei mesi di gestazione e sottoporsi più frequentemente a controllo medico per il controllo dei livelli ormonali – circa ogni 4 – 6 settimane. 

Quali sono le principali patologie della tiroide?

Le malattie della tiroide in gravidanza – L’ipotiroidismo

Una delle principali malattie della tiroide che colpisce le donne in stato interessante è l’ipotiroidismo, una patologia che si presenta nel 5 per cento dei casi. I suoi sintomi non devono essere confusi con quelli della normale gravidanza, anche se sono in parte comuni – come l’aumento di peso e il senso di stanchezza.


Le donne che si accorgono di soffrire di questa patologia devono mantenersi sotto stretto controllo medico perché l’ipotiroidismo aumenta il rischio di nascita prematura del piccolo – condizione che può influire negativa sullo sviluppo del bambino – o di aborto spontaneo.

 

Come prevenire i problemi alla tiroide

Oltre ai problemi sopra citati anche altre conseguenze negative possono essere collegate all’ipotiroidismo in gravidanza, come il rischio di distacco della placenta – cioè la separazione della placenta dalle pareti dell’utero prima del tempo – problema che può mettere in pericolo la vita della madre e del piccolo.

Anche nel corso di una gravidanza, quindi, il basso funzionamento della tiroide deve essere curato per via farmacologica e la levotiroxina – il farmaco di norma usato in questi casi –  è il rimedio più adatto, che deve essere prescritto però nelle giuste dosi  adeguate allo stato.






Tags:

Lascia una risposta