Home / Salute / Le ossa italiane sono troppo fragili: colpa della scarsa attività fisica e di una cattiva dieta

Le ossa italiane sono troppo fragili: colpa della scarsa attività fisica e di una cattiva dieta

Lo stato di salute delle ossa degli italiani è sempre più carente e a rischio fratture: le ossa italiane, insomma, sono troppe fragili e il trend di fratture è destinato ad aumentare nei prossimi anni, soprattutto se si continua a dimenticare l’attività fisica e a seguire una dieta alimentare che non rappresenta benefici per la nostra salute. Se n’è parlato in occasione del Congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia che si sta svolgendo a Roma presso l’Ergife Palace Hotel. 

I dati diffusi durante il Congresso sono comunque significativi, visto che hanno rilevato più di 230 mila fratture da fragilità, le cui conseguenze possono provocare una perdita di autonomia motoria, oltre a fattori di disabilità e a un aumento del rischio di mortalità. Della questione ne ha parlato a lungo il dottor Umberto Tarantino, presidente del Congresso e professore e primario di ortopedia e traumatologia al Policlinico di Tor Vergata.

Per il professor Tarantini, infatti, tali fratture sono spesso provocate da osteoporosi post-menopausale e senile, colpendo prevalentemente “femore, vertebre, polso, omero prossimale e caviglia”. Inoltre, spiega Tarantini, “se si incorre in una frattura da fragilità il rischio di un’altra frattura è di oltre il 20%”. Il quadro dipinto dal professor Tarantini è preoccupante, a meno che non si attuino adeguate politiche di prevenzione.

“Le donne con una frattura vertebrale rischiano 5 volte di più di andare incontro a nuove fratture vertebrali”, oltre a raddoppiare il rischio di “frattura del femore prossimale“. In prospettiva, il trend delle fratture alle nostre ossa è destinato ad aumentare con “il progressivo aumento dell’età media della popolazione che non interessa solo le donne, ma anche gli uomini”. Per prevenire le fratture e dare maggiore compostezza alle ossa, inoltre, è consigliabile svolgere un’efficiente attività fisica e assumere una dieta alimentare adeguata.

Loading...