Le patologie della membrana del timpano

1 aprile 2014 17:130 commentiDi:

Medici 01

All’interno dell’orecchio medio trova posto un organo che svolge una funzione di fondamentale importanza per l’udito. Si tratta del timpano, che in gergo medico viene anche definito membrana timpanica, dal momento che si presenta come una sottile membrana trasparente. La membrana del timpano è situata al termine estremo del condotto uditivo esterno e separa quest’ultimo dalla cassa del timpano. 

Cure omeopatiche contro il mal d’ orecchio

La principale funzione di questa membrana è quella di trasmettere le vibrazioni prodotte attraverso le onde sonore alla catena degli ossicini presenti all’interno dell’orecchio, che sono organizzati in una sorta di catena costituita da martello, incudine e staffa. 

Che cos’ è l’ acufene


La membrana del timpano ha una forma ad imbuto ellittico e misura circa 9-10 mm sull’asse verticale e 8-9 mm sull’asse orizzontale e è posizionata in una posizione leggermente inclinata rispetto al condotto uditivo esterno, con cui forma un angolo di 55 gradi.

Diverse sono le patologie che possono interessare questa struttura auricolare, compromettendo le funzioni uditive. La perforazione del timpano può essere infatti causata ad esempio dall’introduzione di un oggetto nel condotto uditivo, oppure da un barotrauma, ovvero un trauma che avviene in seguito al cambiamento repentino della pressione, o ancora da un’otite media. 

In questi casi la riduzione delle capacità uditive dipende dalla posizione e dalla dimensione della perforazione, attraverso la quale possono facilmente introdursi agenti patogeni. Le perforazioni di minore entità possono anche rimarginarsi in maniera spontanea. Per quelle di maggiore entità è necessario intervenire attraverso una timpanoplastica, ovvero la ricostruzione chirurgica della membrana.

Un’altra patologia a carico della membrana del timpano è la miringite, l’infiammazione generica della parte, mentre si possono a volte accusare anche patologie congenite, come il colesteatoma, che consiste in un residuo di cellule epiteliali del tappo del meato acustico che rimane attaccato internamente o medialmente alla membrana timpanica.






Tags:

Lascia una risposta