Le possibili cause dei brividi alle gambe

14 maggio 2014 07:530 commentiDi:

Medici 01

Capita in genere a molte persone di soffrire per lunghi periodi di brividi alle gambe, una sensazione spiacevole che in genere si avverte nella parte della gamba che va dal ginocchio in giù.

Questi fastidi alle gambe, che possono caratterizzarsi come calore, bruciore e brivido, possono essere espressione di una alterazione della funzionalità del sistema nervoso. In questi casi, quindi, è sempre consigliabile effettuare una visita neurologica, o meglio una serie di visite per valutare se a distanza di tempo i diversi sintomi si accompagnano ad altri segni clinici, tra cui potrebbero ad esempio figurare la riduzione della sensibilità, una certa debolezza muscolare, e una alterazione dei riflessi.

Esercizio fisico: fate attenzione al dolore e agli stiramenti

L esistenza di questi sintomi potrebbe poi indurre ad eseguire altri esami specifici. Si può ad esempio effettuare una elettromiografia se si ha il sospetto di una alterazione dei nervi periferici, cosa che avviene quando la inferenza ci nervi è causata da fattori diversi come alterazioni del metabolismo quali diabete o insufficienza renale, infiammazione, o carenza di vitamine come quelle del gruppo B.

Creata micro fibra per riparare i tessuti

Lo studio dei sintomi sensoriali potenziali permette invece di rilevare alterazioni nella funzionalità del sistema nervoso centrale e può anche indurre alla esecuzione di una risonanza magnetica del cervello o del midollo spinale. Può essere di aiuto, inoltre, una visita angiologica con ecodoppler degli arti inferiori, se si sospetta una alterazione vascolare.

Un flusso non adeguato di sangue per problemi alle arterie o un deflusso insufficiente possono più raramente  provocare sensazioni di fastidio alle gambe. Quando la causa rimane sconosciuta è possibile poi valutare con uno specialista il trattamento sintomatico con un farmaco che riduca la sensibilità alle fibre nervose, come gli antidepressivi.

Tags:

Lascia una risposta