Le procedure per evitare le distrazioni del chirurgo

28 luglio 2013 10:100 commentiDi:

AL VIA IL VACCINO CONTRO L'AIDSIn Italia, come in molte altre parti del mondo, può capitare che in occasione di un intervento chirurgico il chirurgo o la sua equipe dimentichi all’ interno dei pazienti qualche oggetto o qualche strumento.

Che cos’ è la rinoplastica

In tutte le sale operatorie del mondo, tuttavia, vengono applicate delle precise procedure per evitare che abbiano luogo da parte dei medici tali dimenticanze e per ridurre al minimo gli errori umani.

> Come affrontare l’ intervento al naso

A livello statistico, infatti, solo nel 6% dei casi l’ errore medico viene scoperto entro il giorno successivo. In media, invece, devono passare circa 21 giorni perché il paziente se ne accorga e corra ai ripari. Nei casi più sfortunati, invece, la presenza dell’ oggetto dimenticato viene a galla solo dopo anni o intere decadi.

Forte di tale statistica, la procedura per ovviare al problema dei “bisturi distratti” prevede dunque che:

  1. alla fine dell’ operazione vengano contati ad alta voce tutti gli strumenti e tutte le garze utilizzate, per assicurarsi che nessuno di questi oggetti sia rimasto all’ interno del paziente
  2. per agevolare questa operazione venga utilizzato il contatore di garze, all’ interno del quale vengono riposte sia le garze utilizzate che quelle non utilizzate
  3. se possibile, vengano preferite le garze con codice a barre, per un conteggio più rapido, o quelle localizzabili attraverso radiofrequenze.
Tags:

Lascia una risposta