Le proprietà del peperoncino come antidolorifico

29 agosto 2014 17:390 commentiDi:

177087615

Il peperoncino fa bene alla salute. Sono numerose infatti le virtù mediche di questo alimento da alcuni osannato e da altri detestato in cucina. Ma i medici, per lo meno, al posto dei cuochi, sono tutti d’accordo e ritengono che per l’organismo umano vi siano più vantaggi ad assumere questo alimento in modo equilibrato piuttosto che a non assumerlo. Il peperoncino, inoltre, il cui nome scientifico è capsicum annum, è anche uno degli ingredienti fondamentali della dieta mediterranea. 

Cosa prevede la dieta brucia – grassi che fa dimagrire mangiando

Il peperoncino è quindi un alimento che ha effetti positivi sulla salute. Si tratta infatti di un cibo che contiene poche calorie, quindi può essere mangiato anche da chi è a dieta, ma un numero molto alto di vitamine e sali minerali, come la maggior parte delle verdure. I sali minerali maggiormente presenti al suo interno sono il potassio e il fosforo, seguiti subito dopo dall’importante vitamina C.


Quali sono i cibi afrodisiaci

Le ultime ricerche scientifiche, inoltre, fanno del peperoncino un ottimo alleato contro il dolore. Tra le virtù del peperoncino c’è anche quella come antidolorifico. Lo ha dimostrato in una serie di studi una autorità americana come l’FDA, la Food and Drug Administration, che sovrintende al sistema dei farmaci e della salute. Anche l’EMEA, l’analoga autorità europea ha riconosciuto queste proprietà.

Il merito è tutto di una sostanza contenuta all’interno del peperoncino, la capsaicina, che è responsabile del suo tipico sapore piccante. Questa sostanza utilizzata in farmaci per uso topico è in grado di eliminare il dolore anche per un periodo di tempo piuttosto prolungato. Gli effetti della capsaicina sono quindi piuttosto interessanti nei confronti del dolore neuropatico periferico.






Tags:

Lascia una risposta