Le sostanze chimiche da evitare per prevenire il tumore al seno

12 maggio 2014 16:520 commentiDi:

Medici 05

Sono abbastanza numerose le sostanze chimiche disperse nella vita di tutti i giorni che le donne dovrebbero invece evitare per prevenire l’insorgere di un tumore al seno. Un recente studio americano ha infatti stilato la lista degli agenti chimici pericolosi e ha suggerito una serie di possibili soluzioni per evitarne il frequente utilizzo. 

Il tumore al seno nell’uomo

Tale studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Environmental Health Perspectives e contiene una lista che elenca in una tabella gli agenti chimici, le comuni fonti di esposizione cui si può andare incontro nella vita di tutti i giorni e i relativi marcatori, ovvero gli elementi organici che possono essere presi a conferma dell’avvenuta esposizione.

Oggi negli Stati Uniti il cancro al seno è la seconda causa di morte nelle donne, con una incidenza di circa 40 mila casi gravi nel 2014.

Se la mammografia non è efficace, come si può prevenire il tumore al seno?

In generale, quindi, le donne che vogliono proteggersi da rischio di sviluppare il cancro al seno devono guardarsi dalle seguenti sostanze chimiche:

  • benzina
  • gasolio
  • olii esausti
  • olii di cottura
  • ignifughi
  • solventi
  • vernici
  • tessuti antimacchia
  • poliuretano
  • disinfettanti utilizzati nel trattamento delle acque
  • percloroetilene.

La prevenzione del tumore al seno nelle donne, quindi, spiegano gli studiosi americani ed in particolare l’autore dello studio Ruthann Rudel, direttore della ricerca al Silent Spring Institute del Massachusetts, deve cominciare dai più semplici gesti quotidiani, quelli della vita di tutti i giorni.

Si può ad esempio cercare di non esporsi alle sostanze delle autovetture, accendere la cappa mentre si cucina, non usare troppo il barbecue, scegliere bene sia i mobili da comprare che la tintoria a cui affidare i propri abiti e infine guardarsi dalle polveri in casa o quando si usa l’aspirapolvere.

Tags:

Lascia una risposta