Le tappe alimentari dello svezzamento

1 giugno 2013 12:400 commentiDi:

sonno-bambinoQual è l’ iter giusto da seguire durante lo svezzamento, per far sì che il proprio bambino si abitui, senza troppe difficoltà, a mangiare anche i cibi solidi oltre a quelli liquidi? E ancora: quali tappe i pediatri consigliano oggi di seguire, affinché l’ intero processo avvenga senza troppi traumi anche per i genitori?

>  Lo svezzamento del bambino

Ecco le indicazioni e gli step da cui cominciare.

Alimentazione bambino dai 6 mesi


  1. Se fino ai sei mesi compiuti si può somministrare solo il latte materno, i pediatri consigliano di non dare cibi solidi prima dei 4 mesi, ma di iniziare ad integrare la dieta verso i 5 mesi e mezzo. In questo caso si può cominciare con il brodo di verdura – tranne quelle a foglia larga – a gusto singolo, e con le creme di cereali. Vanno bene anche gli omogeneizzati di carne  – dopo il primo mese – con formaggio e olio e frutta frullata.
  2. Una volta compiuti i 7 mesi si può integrare la dieta anche con l’ omogeneizzato di pesce azzurro e di salmone e con le creme di legumi.
  3. Verso i 10 – 11 mesi, poi, si può dare da mangiare per la prima volta al bimbo anche l’ uovo, limitandosi però al tuorlo.
  4. Solo verso i 12 mesi, infine, si può procedere con l’ uovo intero.





Tags:

Lascia una risposta