L’ecografia approda sullo smartphone

19 novembre 2012 12:560 commentiDi:

Una serie di importanti novità tecnologiche sono state presentate al 113° Congresso della Società Italiana di Medicina Interna (Simi), che si è svolto a Roma durante la scorsa settimana. Tra queste, il posto d’onore spetta probabilmente a quello che presto diventerà il nostro “ecografo casalingo”, ovvero uno strumento simile ad un palmare che permetterà di sottoporsi ad una ecografia senza spostarsi da casa.

Grazie ad una sonda sarà possibile visualizzare sul ridotto schermo del tablet lo stato di salute dei nostri organi interni, quali cuore, addome, torace, collo, ma anche reni e colecisti. Questo nuovo dispositivo tecnologico è oggi già in sperimentazione presso il Dipartimento di Medicina Interna dell’Ospedale Maggiore di Bologna, e, con diffusione più capillare, presso i pronto soccorso degli ospedali emiliani.


Questi palmari in grado di effettuare le ecografie saranno presto in dotazione di tutti gli infermieri, cosa che permetterà non solo un grande risparmio di risorse e un accorciamento dei tempi di degenza, ma anche, per il malato, la garanzia dell’individuazione della malattia in tempi più rapidi.

Una seconda importante novità tecnologica è rappresentata poi dal doppler ad ultrasuoni, che permetterà di misurare la pressione sanguigna grazie al rilevamento delle onde ad alta frequenza riflesse dai tessuti. L’impiego di questo strumento diagnostico avrà una importanza fondamentale nel rilevamento tempestivo delle situazioni d’urgenza nei frequenti casi di ictus o infarto.






Tags:

Lascia una risposta