Legionella sintomi, cause e cura

10 settembre 2012 10:220 commenti

La legionella è un batterio che prolifera in ambienti acquatici, soprattutto dove la temperatura dell’acqua non è eccessivamente bassa. Tale batterio è responsabile della cosiddetta legionellosi (anche detta malattia del legionario), un’infezione polmonare che insorge attraverso l’inalazione di flussi di aerosol e di acqua contaminata, quindi in ambienti dove sono in uso impianti di condizionamento o umidificatori. La legionella, infatti, si riproduce per lo più in ambienti umidi o riscaldati, quindi nella maggior parte dei casi nelle tubature, nei condensatori e nelle colonne di raffreddamento dell’acqua, soprattutto se sono presenti residui organici e ruggini.

L’infezione da legionella può manifestarsi in due distinte forme: la malattia del legionario vera e propria, la forma più acuta e più grave che nella maggior parte dei casi include anche una grave polmonite; la febbre Pontiac, considerata una forma molto meno grave.


I sintomi della forma più grave, che ha un periodo di incubazione compreso tra 2 e 10 giorni, sono febbre, brividi, tosse, dolori muscolari, mal di testa, stanchezza, perdita di appetito e in alcuni casi anche diarrea. Per poter capire che si tratta di legionellosi e non di altre forme di polmonite occorre fare dei test diagnostici specifici consistenti nell’isolamento del batterio dallo sputo, nell’analisi degli antigeni presenti nelle urine e del livello di anticorpi nel sangue. Per quanto riguarda invece la forma meno grave, che ha un tempo di incubazione compreso tra poche ore dall’esposizione al batterio e fino a due giorni dopo,  i sintomi sono febbre e dolori muscolari, ma è assente la polmonite.

Il trattamento della legionellosi avviene attraverso terapie antibiotiche, efficaci nella maggior parte dei casi senza che si verifichino strascichi o conseguenze importanti. Tuttavia, non mancano casi in  cui la malattia è letale, soprattutto se non diagnosticata in tempo.

Dopo che si verifica un caso di legionellosi è bene prevenire ulteriori infezioni controllando le fonti d’acqua utilizzate, i sistemi di condizionamento, le tubature e i condensatori.  L’infezione dal legionella non si trasmette da persona a persona.






Tags:

Lascia una risposta