Buffer

Mal di gola

10 gennaio 2011 09:320 commentiViews: 2093Di:

Il mal di gola è un sintomo, cioè un campanello d’allarme di una malattia che, associata ad altri segni, permette di fare una diagnosi e curare la malattia per quanto possibile.

Un mal di gola può avere molteplici cause, la prima è l’angina o la rino-faringite, le altre sono dovute principalmente a irritazioni da inquinamento, al tabacco, all’alcool, ad un’infiammazione di tipo meccanico (ad esempio un lungo discorso a voce alta), ad un’allergia, alla presenza di un tumore benigno o maligno. 

Di fronte ad un mal di gola persistente, è opportuno consultare il medico, il quale esaminerà la gola e consiglierà la corretta terapia. 

L’angina. E’un’infezione microbica della gola, virale o batterica. Provoca un dolore più o meno intenso, esacerbato dalla deglutizione; questo è associato alla comparsa di febbre, malessere generale, naso che cola, dolori e mal di testa. La gola si presenta arrossata, più o meno gonfia e possono apparire placche bianche e ghiandole ingrossate. 

È necessaria la visita dello specialista per  determinare la natura dell’angina. 

Se l’angina è virale (gola rossa, naso che cola,  tosse e malessere generale), come avviene generalmente, nessun trattamento particolare viene prescritto, al di fuori di analgesici, antipiretici,  antinfiammatori, collutori antisettici o anestetici per alleviare il dolore localmente. 

Se l’angina è di origine batterica (dove i segni più frequenti, ma non specifici, sono il mal di gola, la febbre, la presenza di placche e linfonodi ingrossati), occorre basarsi su  un trattamento antibiotico per almeno 7-10 giorni, al fine di evitare serie complicazioni se il batterio responsabile è lo streptococco ß emolitico

Lo streptococco ß emolitico secerne tossine che possono passare nel sangue e causare malattie gravi a distanza: eruzioni cutanee (scarlattina) un danno al cuore (reumatismi articolari acuti),  disordini neurologici, un danno alle reni (glomerulonefrite acuta). Questo batterio può  causare anche ascessi locali. 

Tuttavia, queste complicanze, oggi, sono rare nei paesi sviluppati, poiché le angine vengono trattate  efficacemente. 

Test per una rapida diagnosi

L’analisi per la ricerca del batterio streptococo ß emolitico, rende un risultato immediato. Attraverso un tampone tonsillare e faringeo, se l’esito è positivo, saranno prescritti antibiotici adeguati al microbo. Se la prova è negativa, il paziente verrà sottoposto ad una terapia più leggera. 

La mononucleosi infettiva. Detta anche la malattia del bacio o malattia dell’amore, è molto contagiosa e si trasmette, infatti, con la saliva. Appare soprattutto negli adolescenti e nei giovani. 

Il paziente presenta mal di gola, febbre, linfoadenopatia quasi sempre presente e riscontrabile tipicamente a livello cervicale laterale e astenia. Generalmente, il trattamento consigliato è basato su antipiretici e riposo.

L’astenia, cioè la stanchezza, può persistere per molte settimane. 

A volte, è richiesto un esame del sangue a  distanza, dinanzi ad un’ostinata astenia, al fine di confermare a posteriori la diagnosi della MNI. 

Da prendere in considerazione 

Se avete mal di gola consultate subito il vostro medico, che diagnosticherà immediatamente la giusta patologia, prescrivendo, se lo riterrà opportuno, un tampone per l’individuazione del batterio, e quindi il trattamento terapeutico adeguato.

Tags:

Lascia una risposta