Mamme inglesi pagate per allattare al seno

17 novembre 2013 08:440 commentiDi:

allattamento al seno

Allattare al seno è una delle attività più naturali del mondo. Ma i tempi cambiano in fretta e non tutte le mamme hanno la voglia e la pazienza di dedicarsi all’allattamento al seno e di portarlo avanti fino al sesto mese di vita del bambino, età indicata da tutti gli specialisti come nella migliore per iniziare lo svezzamento.

In Inghilterra, per ovviare alla diminuzione del numero di mamme che allattano al seno, si è deciso di intervenire con degli incentivi economici: le donne che decideranno di allattare fino al sesto mese, riceveranno dei buoni da spendere in alcuni negozi dei vari centri cittadini.

La proposta è arrivata dall’Università Sheffield che, con la collaborazione del governo, ha deciso di partire con questo progetto pilota in alcune delle aree più periferiche e degradate delle città, dove c’è un alto numero di giovani mamme che, per vergogna o mancanza di mezzi, abbandonano l’allattamento al seno.

I buoni sono del valore di circa 230 euro, una spesa minima per il governo inglese che, se tutte le donne allattassero al seno, con quel che comporta sulla qualità della salute dei piccoli, risparmierebbe 40 milioni di sterline, grazie alla diminuzione di patologie quali asma e allergie, al miglioramento delle difese immunitarie e delle capacità visive e alla prevenzione sulla madre per quel che riguarda il tumore al seno.

Tags:

Lascia una risposta