Home / Salute / Mappatura del DNA dei malati di cancro per migliorare le cure

Mappatura del DNA dei malati di cancro per migliorare le cure

 

E’ stato recentemente avviato in Inghilterra un progetto che prevede la mappatura del DNA dei malati di tumore al fine di ottenere maggiori informazioni tra il corredo genetico degli ammalati e lo sviluppo del cancro, in modo da predisporre in futuro analisi e farmaci migliori e terapie più efficaci.

► La prima fotografia del DNA

Il progetto inglese è il primo di questo tipo a livello internazionale e si presenta con un obiettivo a lungo termine, quello di raccogliere, in un periodo di tempo che va da tre a cinque anni, i dati genetici di 1oomila pazienti. Questa iniziativa del sistema sanitario britannico ha tuttavia fatto sorgere anche alcuni dubbi in merito alla conservazione e al trattamento dei dati dei pazienti, che potrebbero veder violata la propria privacy se i dati finissero in mano, ad esempio, a compagnie assicurative, con potenziali grandi danni a livello personale.

I responsabili del progetto, tuttavia, assicurano che i dati non saranno accessibili ad eventuali violazioni, perché il DNA dei singoli pazienti sarà sequenziato informa anonima.

► Il ruolo dei topi nella lotta contro il cancro. 

Al di là dei ragionevoli dubbi sul trattamento dei dati, una mappatura di questo tipo offrirebbe importanti vantaggi nello sviluppo di farmaci e terapie individuali e personalizzati, nonché estenderebbe di molto gli orizzonti della ricerca e della sperimentazione in fatto di cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *