Medici contro la campagna pubblicitaria di H&M beachwear

11 maggio 2012 14:000 commenti

L’estate non è ancora arrivata nonostante il caldo degli ultimi giorni e intanto il colosso svedese di moda low cost H&M viene preso di mira dai medici dell’Ospedale universitario di Zurigo. A finire sotto accusa è la campagna pubblicitaria della linea H&M beachwear 2012: Isabeli Fontana, la protagonista degli scatti fotografici, appare in tutta la sua sfolgorante bellezza con un’abbronzatura definita “allarmante”.

Il professore Ralph Braun, portavoce dell’ospedale svizzero, si scaglia contro l’abbronzatura della modella dato che molti giovani potrebbero cercare d’imitare. I giovani in pratica potrebbero cercare di abbronzarsi oltre i limiti consentiti dal proprio fototipo con risultati pericolosi per la salute.


Tra l’altro il numero degli affetti della cosiddetta tanorexia e cioè che si sottopongono a un’esposizione solare eccessiva senza protezione per ore e ore sotto il sole, è in vertiginoso aumento. I medici contestano l’abbronzatura di Isabeli Fontana considerando anche il fatto della bellissima modella brasiliana che, visto e considerato il fototipo, non riuscirebbe mai a raggiungere un tale colorito.

ALIMENTI CHE FAVORISCONO L’ABBRONZATURA

Ma i patiti dell’abbronzatura non riescono neppure a capire l’irrealtà delle immagini del catalogo: l’abbronzatura eccessiva sfoggiata dalla Fontana nelle foto è chiaramente necessaria per far risaltare al massimo i colori dei costumi e altro non è che il risultato del sapiente ed eccessivo uso di photoshop o un utilizzo estremo dello spray autoabbronzante.

Nulla da eccepire sulle forme smaglianti di Isabeli Fontana perfetta per i costumi coloratissimi della linea. Improbabile però che H&M ritiri le immagini della campagna pubblicitaria o che faccia “scolorire” la modelle nelle immagini che troneggiano in ogni parte del mondo.






Tags:

Lascia una risposta